Affiliato di Successo: #10 SA CHIEDERE AIUTO

()

🕒 Tempo di lettura stimato: 2 min.

Anni fa, uno studente chiese all’antropologa Margaret Mead quale riteneva che fosse il primo segno di civiltà in una cultura. Lo studente si aspettava che parlasse di ami, pentole di terracotta o macine di pietra.
Ma non fu così.
Mead disse che il primo segno di civiltà in una cultura antica era un femore rotto e poi guarito.
Spiegò che nel regno animale, se ti rompi una gamba, muori. Non puoi scappare dal pericolo, andare al fiume a bere qualcosa o cercare cibo. Sei carne per bestie predatrici che si aggirano intorno a te. Nessun animale sopravvive a una gamba rotta abbastanza a lungo perché l’osso guarisca.
Un femore rotto che è guarito è la prova che qualcuno si è preso il tempo di stare con colui che è caduto, ne ha bendato la ferita, lo ha portato in un luogo sicuro e lo ha aiutato a riprendersi.
Aiutare qualcun altro nelle difficoltà è il punto preciso in cui la civiltà inizia.
Noi siamo al nostro meglio quando aiutiamo gli altri.
Essere civili è questo

Quando siamo piccoli non ci facciamo nessun problema nel chiedere aiuto. Appena diventiamo grandi però, le cose cambiano. E chiedere aiuto diventa sempre più difficile.

Perché ci riesce così difficile chiedere aiuto?

Sono molti i motivi che possono scatenare questo comportamento. E dietro a tutti se ne nasconde uno solo: la paura del giudizio degli altri. Non ci piace essere sotto lo sguardo degli altri in un momento in cui ci stiamo dimostrando deboli.

IL MOMENTO VALUTATIVO: COME POSSO LIMITARE GLI ERRORI?

Non bisogna aver paura di chiedere aiuto.

Prima di tutto, quando non chiediamo aiuto sprechiamo molte più energie. E se facendo da soli non otteniamo il risultato sperato, si genera un forte sentimento di frustrazione. Quando chiediamo aiuto stiamo anche migliorando l’immagine che la persona che ci aiuterà ha di noi. Insomma, chiedere aiuto è un elemento chiave per mantenere cooperazioni sane e di successo.

Per chiedere aiuto molto spesso bisogna essere abbastanza sicuri di noi stessi. Inoltre, non chiediamo aiuto a chiunque, indistintamente. Dobbiamo anche fidarci delle capacità delle persone a cui ci affidiamo. Questo ci fa capire che, in realtà, la maggior parte delle volte chiedere aiuto non è sinonimo di debolezza, ma di coraggio.

Ti piacerebbe sapere se il tuo futuro affiliato possiede il coraggio richiesto per chiederti aiuto, per ammettere che se qualcosa non funziona nel suo business?  Scoprilo con Valutando.

 

E ricorda: numerus semper convenit

Il tuo contributo è prezioso! Aiutaci a crescere e migliorare.

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo o clicca sulle stelle per farci avere il tuo feedback

Valutazione media / 5. Conteggio voti:

Ancora nessun voto