Ogni franchisor dovrebbe avere uno

()

🕒 Tempo di lettura stimato: 3 min.

Che sia un brand in fase di start-up, in crescita o stabile, se c’è una cosa che ho imparato nel corso degli anni, è che il franchisor deve conoscere il profilo dell’affiliato vuole portare alla firma del contratto.

Questo è particolarmente vero per i nuovi franchisor. Se un franchisor in erba non conosce il tipo di affiliato che dovrebbe cercare, non dovrebbe fare franchising. Indipendentemente dalle dimensioni, una volta che un franchisor identifica il suo mercato target, ha bisogno di avere un profilo ideale che identifichi il tipo di individuo da reclutare come potenziale affiliato.

Un profilo identifica gli attributi e le qualificazioni che il candidato ideale del franchisor dovrebbe possedere. Nel passato, era prassi comune per la maggior parte dei franchisor, accettare candidati in base soprattutto a requisiti finanziari, senza considerare altri tratti. Recentemente sembra che questa tendenza stia cambiando.

Alcuni franchisor stanno usando sistemi di “qualifica” dei candidati usando le tecniche più ampie che comprendono una profilazione e delle prove di pre-qualifica. Questo processo migliora la qualità dei loro affiliati e riduce i costi per reclutare i candidati giusti.

Il profilo di un affiliato dovrebbe includere diverse categorie di informazioni e il suo contenuto dovrebbe variare, a seconda del tipo di attività in franchising. Il profilo dovrebbe specificare le qualifiche finanziarie minime del candidato, in particolare il patrimonio netto e il capitale disponibile. Dovrebbe includere un background professionale per confermare che il candidato ha l’esperienza e le abilità di business che gli permetterebbe di operare al meglio.

Una mancanza di esperienza di leadership è importante per le franchise che richiedono numerosi dipendenti o quando si opera come affiliato multi-unit.

Un fattore che dovrebbe essere incluso come componente del profilo è rappresentato dalle caratteristiche di personalità del candidato. Per esempio, una personalità estroversa può essere importante per determinate franchise che dipendono dalle vendite dirette o che operano nel settore b2b, come le franchise nel settore immobiliare o nei servizi (si verso i privati che verso le aziende). Infine, un calendario che indichi entro quanto il candidato intende aprire la propria unità è un importante strumento che aiuta il franchisor a stabilire le priorità nell’identificare e valutare i potenziali candidati. È un qualificatore supplementare per aiutare a stabilire i tempi di apertuta. Ad esempio, una franchise alberghiero può consentire a un candidato un anno per l’apertura a causa della complessità del progetto.

I franchisor devono inoltre tenere sempre aggiornato il profilo dei suoi affiliati per garantirne l’accuratezza. Un aggiornamento consente ai franchisor di confermare se un candidato presenta le caratteristiche necessarie per avviare e gestire un’attività di franchising di successo. Questi aggiornamenti dovrebbero riflettere le caratteristiche degli affiliati esistenti e le loro prestazioni. Ciò può migliorare la prevedibilità delle prestazioni degli affiliati ed evitare brutte sorprese.

Il tuo contributo è prezioso! Aiutaci a crescere e migliorare.

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo o clicca sulle stelle per farci avere il tuo feedback

Valutazione media / 5. Conteggio voti:

Ancora nessun voto