I 7 stadi del cambiamento – Seconda parte

()

Nella prima parte abbiamo affrontato i primi 3 STADI DEL CAMBIAMENTO.
Riassumiamoli brevemente:

#1 FUORI FUOCO – La percezione di quello che è accaduto (o che sta accadendo) è decisamente sfocata. Trovarsi in questo stadio è un po’ come avere il mirino fuori fuoco.
#2 NEGAZIONE – Un meccanismo naturale. Questo stadio ci permette di difenderci un po’, anche se basa sul far finta che non sta succedendo nulla.
#3 LE PROFONDITÀ DEL CAMBIAMENTO – Questo stadio obbliga a fronteggiare la realtà della situazione. Ci si può sentire estremamente arrabbiati, ma state tranquilli, così deve essere.

Ponete attenzione al rapporto tra lo stadio due e lo stadio tre. Capiterà spesso di saltare avanti e indietro tra questi due. I sentimenti di rabbia e risentimento portano come meccanismo difensivo alla negazione

Affrontiamo ora gli altri 4 stadi.

#4 – LASCIARE ANDARE

In questo stadio bisogna fare i conti con il senso di perdita. Ci si duole del passato mentre si cerca di raggiungere il futuro. E questo ci permette di avvicinarci al passaggio successivo. Onora il passato, lascialo andare e vai avanti.

  • Ci si sente più separati di prima dal passato
  • Si comincia a sviluppare un senso di ottimismo riguardo al futuro. Ci si sente come un pendolo che oscilla, un piede nel passato e uno nel futuro
  • La sfida sarà quella di dire addio al passato e di rimetter a fuoco il futuro

COME SUPPORTATE QUESTA FASE:

  • Fai notare le piccole correnti create prima (il futuro come terra di possibilità)
  • Incoraggia il riconoscimento e la celebrazione di ciò che è stato raggiunto finora
  • Chiarisci gli obiettivi, la direzione e lo sviluppo della strategia
  • Incoraggia lo scambio aperto di emozioni e sentimenti
  • Costruisci autostima ogni volta che si presenta l’occasione

#5 – PORRE I LIMITI

Questo stadio porta a testare i nostri limiti per vedere esattamente fin dove si può arrivare

  • Siamo pieni di energia ed entusiasmo mentre spingiamo per liberarci del passato e per accogliere a braccia aperte il futuro
  • Ci si sente sicuri e convinti
  • Si provano nuovi comportamenti e si ottengono piccoli successi
  • Siamo entusiasti della direzione futura
  • Tendiamo ad essere impazienti, e perché desideriamo che le cose accadano in fretta
  • Siamo nuovamente in controllo della nostra vita e felici della nuova direzione che sta prendendo

COME SUPPORTATE QUESTA FASE:

  • Incoraggia il rischio (misurato) e il pensiero parallelo
  • Enfatizza l’apprendere, il problem-solving, i feedback e le possibili conseguenze del processo di decision making
  • Facilita la revisione dei progetti “post-mortem”
  • Chiarifica la direzione, le aspettative le finalità e i passi successivi
  • Dai coraggio e supporto
  • Mantieni viva la vision

#6 – RIFLETTERE SULL’APPRENDERE

Dobbiamo riflettere su ciò che abbiamo imparato attraverso gli stadi precedenti e di acquisire una comprensione del dove siamo stati.

  • Riflettiamo sui processi che abbiamo attraversato per scoprire le molte cose che abbiamo imparato.
  • Cerchiamo altre persone che si trovano o si sono trovate ad affrontare esperienze simili. Vogliamo poter condividere le nostre esperienze con persone che stanno combattendo la nostra stessa battaglia.
  • Cominceremo a percepire che le cose si stanno incastrando nel posto giusto e che il futuro è a portata di mano
  • Cominciamo a percepire un certo controllo del nostro futuro

COME SUPPORTATE QUESTA FASE:

  • Incoraggia il tempo e le modalità per riflettere sull’esperienza del cambiamento
  • Mantieni sempre viva la vision
  • Incoraggia il formarsi di relazioni e partnership
  • Poni il focus sulle opportunità, opzioni e strategie

#7 – ABBRACCIARE IL FUTURO

Prendiamo ciò che abbiamo imparato e integriamolo nella nostra vita

  • Abbiamo fiducia in noi stessi e negli altri
  • La transizione è completa. Ci siamo mossi attraverso il cambiamento alla velocità a noi più congeniale e per quanto doloroso sia stato, siamo sopravvissuti per affrontare il futuro
  • Il futuro, ora, è il nostro presente

COME SUPPORTATE QUESTA FASE:

  • Facilita la pianificazione strategica
  • Metti sempre al primo posto la lezione che hai imparato
  • Sviluppa piani di contingenza
  • Mantieni durevoli nella nuova situazione gli obiettivi, le regole, i processi e le relative politiche aziendali
  • Determina i passi successivi

Il tuo contributo è prezioso! Aiutaci a crescere e migliorare.

Se hai trovato interessante questo articolo condividilo o clicca sulle stelle per farci avere il tuo feedback

Valutazione media / 5. Conteggio voti:

Ancora nessun voto